Chitarra

Posted | 0 comments


Chitarra
Corso di Chitarra Elettrica e Acustica con Daniele Raggi:

Il termine chitarra indica, in maniera generica, uno strumento che può essere distinto in tre principali categorie, ognuna con delle specifiche caratteristiche:

  • classica: corde di nylon, tastiera larga, ampia spaziatura delle corde al capotasto, “action” morbida, si suona principalmente con le dita della mano destra
  • acustica: corde di metallo, tastiera stretta, minima spaziatura delle corde al capotasto, “action” dura, si suona principalmente col plettro
  • elettrica: corde di metallo, tastiera stretta, “action” regolabile, si suona principalmente col plettro, ha la caratteristica di avere il corpo dello strumento di legno pieno e, collegata all’amplificatore, produce un suono del tutto particolare

Le varie sonorità che derivano da queste diversità fanno della chitarra uno strumento molto versatile: l’ampio utilizzo che se ne fa in molti generi musicali ne è la prova evidente.

Obbiettivo del corso

  • formare le capacità necessarie per esplorare con consapevolezza e competenza un universo vasto, diversificato ed in continua evoluzione
  • riuscire ad utilizzare le tecniche fondamentali nell’uso della chitarra con sufficiente padronanza

È possibile partecipare con qualsiasi tipo di chitarra.

Il metodo didattico si adatta ad ogni singolo allievo, in relazione ai gusti musicali, obbiettivi, inclinazioni ed ore di studio che ciascuno può dedicare allo strumento.
I gusti musicali sono presi in considerazione anche come repertorio, anche inedito, e materiale di studio.

Il blues è basilare per apprendere il controllo dello strumento e le logiche discorsive dell’improvvisazione, perciò con i principianti la letteratura è collegata a questo stile (dal Delta al British Blues all’hard rock anni 70).
L’aspetto tecnico è curato nell’attacco, controllo del suono, bending, vibrato, pulizia, velocità esecutiva, timing, …

Lo studio e l’analisi avvengono attraverso il repertorio, su cui si innestano teoria ed esercizi: ogni stile musicale è un vero e proprio linguaggio

Principali argomenti

Tecnica della mano destra e sinistra

  • pennata alternata, sweep picking e “hybrid picking” (combinazioni plettro+dita della mano destra)
  • applicazioni ed esercizi su scale diatonica sia “strette” che “larghe” (a 3 note x corda), scala pentatonica, scala blues, triadi ed arpeggi a 4 voci
  • utilizzo di “licks” e “patterns” applicati

Armonia classica

  • modo maggiore e modo minore (scala minore armonica)
  • armonizzazione della scala 3 e 4 voci – utilizzo armonico e melodico delle triadi e rivolti
  • armonizzazione della scala secondo la Scula napoletana del XVIII sec
  • studio delle cadenze

Armonia Blues

  • concetto di 3a e 7ma minore, di blue note
  • ritmo shuffle, tecniche di accompagnamento
  • pentatonica minore, maggiore e scala blues
  • giri armonici blues e giri di sonorità blues
  • repertorio blues, dai padri blues del Delta al blues elettrico e all’hard rock

Armonia modale

  • Modi della scala maggiore
  • applicazioni dei modi su basi e brani celebri
  • studio di “Modes No More Mistery” di Frank Gambale

Armonia Jazz-Fusion

  • cromatismi
  • modi della scala melodica
  • accordi alterati
  • scale simmetriche – II,V,I maggiore e minore
  • linguaggio e fraseggio jazz

Brani, argomenti e chitarristi che si possono affrontare:

  • Blues e Rock-Blues
    repertorio, tecnica, riff e fraseggio di Steve Ray Vaughan, David Gilmore, Jimmy Page, Jimi Hendrix, …
  • Tecnica della mano destra
    repertorio, tecnica e fraseggio di Al Di Meola, John McLaughlin, Strve Morse e Paul Gilbert
  • Ritmiche Metal-Trash
    repertorio, tecnica e fraseggio di Annihilator, Pantera
  • Scala minore armonica e neoclassica
    tecnica e fraseggio di Yngwie Malmsteen (brani Far Beyond The Sun, Trilogy e Black Star)
  • Sweep Picking
    repertorio, tecnica e fraseggio di Frank Gambale
  • Legato, tapping
    tecnica e fraseggio di Richie Kotzen, Steve Vai, …
  • Fraseggio Jazz-Fusion
    tecnica e fraseggio di Pat Martino, Mike Stern, John McLaughlin etc…
  • Accompagnamento funky
    metodo “Pop Funk” ed analisi del repertorio funky
  • Tecniche aggiuntive
    fingerpicking e chitarra classica

 

SCUOLA DI CHITARRA
“MARIO GANGI”

La Scuola di Chitarra è strutturata in tre differenti corsi:
a) Pre-accademico
b) Triennale
c) Biennale.
Il corso pre-accademico è diviso in tre livelli:
1) Livello base (allievi che iniziano da zero fino ad un terzo anno di conservatorio)
2) Livello intermedio ( pari ad un quarto e quinto anno)
3) Livello finale ( pari ad un sesto e settimo anno)
Il corso triennale:
prevede livello di studio dal settimo anno al decimo di conservatorio con la preparazione di un programma da concerto
Il corso biennale:
prevede nei due anni l’approfondimento di un repertorio per chitarra( 800,900, contemporaneo, latinoamericano,etc.etc.) abbinato allo studio di almeno un concerto per chitarra ed orchestra.
Le lezioni avranno cadenza settimanale con possibilità di recupero per assenza del Docente.
E’ fatto obbligo agli allievi studiare durante i corsi almeno una composizione di Mario Gangi.
Sarà poi cura della Scuola organizzare saggi, manifestazioni, concerti e verifiche per gli allievi.
Lo scopo che si prefigge la Scuola è quello di preparare gli allievi di chitarra per poter sostenere anche esami in conservatorio.

Docenti:

Aligi Alibrandi (chitarra classica – blues)

Mario Smorra (chitarra classica – musica popolare)

Matteo Senese (chitarra elettrica e acustica: pop, rock, jazz)

Daniele Raggi (chitarra elettrica e acustica: pop, rock, jazz e laboratori per gruppi)

Gianfranco “Giufà” Galati (chitarra jazz)

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>